Piani personalizzati a favore delle persone con riconoscimento della condizione di disabilità grave - L. 162/98

Finanziamento rivolto alla realizzazione di percorsi di assistenza e autonomia per garantire la permanenza nel proprio domicilio

Cos'è

La Regione Sardegna eroga finanziamenti ai Comuni per la realizzazione di piani personalizzati che prevedano interventi finalizzati allo sviluppo della piena potenzialità della persona ed alla piena integrazione nella famiglia, nella scuola e nella società
I piani personalizzati potranno prevedere i seguenti interventi:

• per le persone con meno di 65 anni:

a) servizio educativo;

b) assistenza personale e/o domiciliare;

c) accoglienza nei centri diurni autorizzati e centri diurni integrati limitatamente al pagamento della quota sociale;

d) soggiorno per non più di 30 giorni nell’arco di un anno nelle strutture autorizzate o nelle residenze sanitarie assistenziali autorizzate, limitatamente al pagamento della quota sociale;

e) attività sportiva e/o di socializzazione;

• per le persone che superano i 65 anni:

a) assistenza personale e/o domiciliare;

b) accoglienza nei centri diurni autorizzati centri diurni integrati limitatamente al pagamento della quota sociale ;

c) soggiorno per non più di 30 giorni nell’arco di un anno presso strutture autorizzate nelle residenze sanitarie assistenziali autorizzate, limitatamente al pagamento della quota sociale.

A chi si rivolge

Possono usufruire dei piani personalizzati le persone minorenni, adulte e anziane residenti in Sardegna e in possesso della certificazione attestante la disabilità grave ai sensi dell’art. 3, comma 3 L. 104/1992.

Non possono accedere agli interventi previsti coloro che risultano beneficiari dei progetti “Ritornare a casa” fatta eccezione per i livelli assistenziali base A e base B qualora il beneficiario sia ultrasessantacinquenne con punteggio della scheda salute superiore a 40.

Accedere al servizio

A seguito dell’avviso annuale le persone interessate possono inoltrare la domanda di predisposizione del piano personalizzato secondo le modalità e i termini indicati.

Dovrà essere utilizzata esclusivamente la modulistica pubblicata sul sito e disponibile nella sede territoriale di riferimento del servizio sociale.

Dopo aver effettuato l'analisi e la valutazione della situazione e del bisogno assistenziale gli uffici comunali predispongono il piano personalizzato con la partecipazione attiva del disabile, laddove possibile, e dei suoi familiari.

Il finanziamento assegnabile viene calcolato sulla base dei criteri e dei punteggi previsti dalla Regione Sardegna, rispetto alla condizione sociale, sanitaria ed economica della persona con disabilità.

Gli interventi previsti nel piano potranno essere attivati a seguito della comunicazione di ammissione al finanziamento.

Cosa si ottiene

Il finanziamento assegnato viene utilizzato per la realizzazione degli interventi previsti nel piano personalizzato secondo una delle seguenti modalità di gestione.

- assistenza diretta: gli interventi vengono realizzati da uno dei fornitori accreditati con il Comune di Sassari scelto dal/la beneficiario/a;

- assistenza indiretta: il/la beneficiario/a del finanziamento provvede all'assunzione dell'operatore individuato secondo CCNL e/o dà incarico a una cooperativa o altro soggetto previsto.

La gestione del progetto non può essere affidata ai parenti conviventi né a quelli indicati all’art. 433 del Codice Civile.

Nel caso di gestione degli interventi in forma indiretta, le pezze giustificative delle spese sostenute dovranno essere consegnate al Comune che provvede al loro rimborso secondo gli importi consentiti.

Non è prevista la contribuzione da parte dei/delle beneficiari/e.

Uffici

Settore di riferimento

Cosa serve

• certificazione attestante la disabilità grave (art. 3, comma 3 L. 104/1992) rilasciata dall’Inps o altro organo competente. In caso di sindrome di Down la condizione di disabilità grave può essere certificata dal medico di base (L. 289/2002 art 94 comma 3); • attestazione ISEE in corso di validità per prestazioni agevolate socio-sanitarie (art.6 del D.P.C.M.; 159/2013); • scheda salute (Allegato B alla DGR 9-15 del 12.2.2013) compilata e firmata dal medico di medicina generale, da un pediatra di libera scelta oppure da altro medico di una struttura pubblica o convenzionata, che abbia in cura il destinatario del piano; • Dichiarazione sostitutiva redditi esenti irpef (Allegato D alla DGR 9-15 del 12.2.2013).

Costi e vincoli

Sono previsti costi per la compilazione della scheda salute

 

Tempi e scadenze

Le tempistische sono definite dall’avviso pubblico annuale

Documenti correlati

Caricamento...

Luoghi

Nessun risultato trovato

Caricamento...

Bandi

Nessun risultato trovato

Caricamento...

Modulistica

Nessun risultato trovato

Caricamento...

Regolamenti

Nessun risultato trovato

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

14/06/2022, 15:12