Statua di giovane Bacco
Ritratto di Don Antonio Manca Amat,
Duca dell’Asinara

PALAZZO DUCALE

Tra il 1775 e il 1804

Il Palazzo Ducale fu fatto costruire tra il 1775 e il 1804 da don Antonio Manca, Marchese di Mores e signore di Usini, all’indomani della sua investitura a Duca dell’Asinara. Situato nel cuore del centro storico cittadino nelle immediate vicinanze del Duomo di San Nicola, la residenza fu concepita come dimora di prestigio e fu realizzata abbattendo un precedente palazzo di famiglia ed inglobando nel progetto alcune “case alte” di privati che confinavano sul retro con il giardino del primo palazzo dei Manca.
Nel 1878 divenne sede del Comune di Sassari che acquisì la proprietà nel 1899.

Gli scavi archeologici

Il piano terra dell’edificio è stato oggetto di un primo intervento di scavo archeologico nel 1995 durante lavori di restauro; l’indagine è stata poi ripresa e completata in altri ambienti nel 2005 e ha messo in luce alcune cantine e pozzi neri pertinenti al primo Palazzo Manca e forse anche ad edifici ad esso anteriori, contribuendo alla ricostruzione del tessuto urbano cinquecentesco e seicentesco dell’area. Al di sotto dei pavimenti dei vani sono emersi profondi depositi di riempimento, che avevano colmato e obliterato sei cantine in parte scavate nella roccia. Il loro sviluppo planimetrico non è coerente con quello del palazzo, i cui muri tramezzi e perimetrali tagliano alcuni ambienti a riprova della loro anteriorità rispetto al Palazzo Ducale.