Home Sociale

 PROGRAMMA SOCIO-ASSISTENZIALE 2006-2008


Parte III – Gli obiettivi del piano 2006

La prevenzione: i servizi per la comunità e le pari opportunità

La prevenzione
In riferimento alle tre emergenze sopra sinteticamente descritte e alle altre sette priorità del piano si deduce come esse siano fortemente correlate tra loro, intrecciandosi a volte drammaticamente durante il ciclo di vita.
Le risposte già in atto e quelle future non possono prescindere da altrettanto impegno nelle attività di prevenzione, in quei servizi o progetti, cioè, che si rivolgono a tutta la comunità, che richiedono il coinvolgimento diretto dei cittadini e che si configurano come interventi di sostegno alla vita comunitaria e, quindi, come attività di prevenzione primaria.
Rappresentano, pertanto, la vera sfida delle nuove politiche sociali, quella di realizzare la “sussidiarietà orizzontale”, con una particolare attenzione a salvaguardare la collaborazione intergenerazionale.
Già in questo piano, oltre al Tavolo sulle Politiche Sociali, sono presenti 3 nuovi progetti che si muovono in tale direzione:

“Nonni per la città”
Si tratta di progetto-obiettivo presentato alla RAS da attuarsi non appena avuta conferma del finanziamento regionale appositamente richiesto, che vede gli anziani coinvolti in attività di pubblica utilità come il servizio di accompagnamento davanti alle scuole elementari e materne, il servizio di accompagnamento per musei e altre attività culturali e ludico-ricreative della città. Nel dettaglio il progetto sarà studiato con le associazioni degli anziani all’interno del Tavolo per le Politiche Sociali.

Il Progetto di Servizio Civile “Intrecciamo vite”
Con il progetto “Intrecciamo vite”, il comune di Sassari attiva per la prima volta il Servizio Civile impegnando 20 ragazzi selezionati volontari di servizio civile, in attività da svolgere nelle circoscrizioni e nei quartieri con l’obiettivo di promuovere e/o catalizzare le attività che le scuole, le associazioni o i singoli cittadini mettono in campo per il benessere del loro quartiere in stretto collegamento con l’Assessorato alle Politiche Sociali e quello alle Politiche Giovanili. L’obiettivo del progetto è quello di stimolare e sostenere la partecipazione dei cittadini alla vita comunitaria, con un particolare attenzione al lavoro intergenerazionale tra giovani e anziani, in stretto collegamento con la Banca del Tempo per un coinvolgimento dei singoli cittadini alle attività di sostegno reciproco Il progetto viene proposto in questi giorni alle circoscrizioni, riscontrando piena adesione.

La convenzione con la “Banca del Tempo”
Il progetto prevede la sinergia tra il servizio sociale comunale e la Banca del Tempo gestita dall’Associazione Fuoriorario di Sassari per attivare le reti di scambio e di partecipazione tra i cittadini con una particolare attenzione per coloro che possono attraversare un momento di difficoltà economica e/o di isolamento sociale, anche momentaneo. La Banca del Tempo è una “banca” nelle quale i cittadini scambiano non denaro, ma tempo e competenze da proporre ad altri cittadini che ricambiano scambiando altro tempo e competenze. Il raccordo della Banca del Tempo con il servizio sociale comunale rappresenta la possibilità per i nostri cittadini di sentirsi pienamente utili all’interno di progetti di servizio sociale che potranno essere potenziati con nuove forze e attività.

Attività rivolte alle Pari Opportunità
Una politica attiva e non formale per la promozione delle pari opportunità è un obiettivo fondamentale dell’Amministrazione che prevede oltre alle azioni di rimozione degli ostacoli più o meno forti e culturalmente radicati al conseguimento da parte delle donne di livelli di affermazione sociale culturale ed economica, anche interventi finalizzati a promuovere in maniera ragionata e partecipata con i soggetti e gli operatori del territorio tutte quelle azioni che consentono ai cittadini e alle persone che vivono a Sassari di raggiungere e nel tempo superare il livello minimo sufficiente di possibilità e capacità di azione e di interazione con le istituzioni e la complessa realtà sociale culturale ed economica del nostro territorio.
E’ obiettivo dell’Amministrazione, pertanto, attivare quei percorsi che portino all’effettivo esercizio dei diritti di cittadinanza, alla piena integrazione nel tessuto cittadino, allo sviluppo del senso di appartenenza comunitaria e, quindi, di corresponsabilità, rendendo in tal modo concreto il principio costituzionale dell’uguaglianza.
Come Assessorato alle Pari Opportunità intendiamo porre la città di Sassari all’interno di una rete nazionale di azioni-obiettivi per rafforzare l’efficacia e l’incidenza delle proposte, pur nel rispetto delle peculiarità del contesto locale, in collegamento con la Commissione Pari Opportunità del Comune e con quanto operano in tale direzione nel nostro territorio.

Due sono le aree all’interno delle quali intendiamo lavorare:
• 1. la conciliazione di tempi di cura e lavoro;
• 2. la conoscenza della condizione delle donne straniere.



1. Nella prima area si collocano le azioni di miglioramento dell’offerta di servizi all’interno dei nidi comunali, la convenzione con la “Banca del Tempo” e il progetto “I nonni per la città”.
Un progetto specifico verrà, inoltre, rivolto alle donne delle nostre borgate con azioni di pari opportunità che possano coniugare l’aggregazione sociale allo stimolo di attività e competenze femminili nel campo dell’imprenditoria turistica. Vuole essere un primo seme per l’attivazione di una rete imprenditoriale turistica per le donne e un segno di riconoscimento dell’importanza delle nostre borgate.
2. In riferimento alla seconda area saranno intrapresi accordi con l’Università e le associazioni di volontariato per un primo studio sulla presenza e condizione delle donne straniere nella nostra città.

 

 

 

 

[Top]

Scheda aggiornata al 13/12/2006

Torna alla pagina precedente