Home Territorio

TERRITORIO, AMBIENTE, NATURA

Alt

Argentiera

 

Questo tratto di costa presenta un susseguirsi di pareti ripide, a strapiombo sul mare, di capi e promontori che delimitano baie e cale di spettacolare e selvaggia bellezza accessibili dal mare o, in qualche caso, via terra attraverso stretti sentieri. Lungo questa scogliera ininterrotta si trovano alcune insenature sabbiose, sotto il villaggio dell’Argentiera, a Porto Palmas e presso lo Scoglio Businco. L’Argentiera è geologicamente è tra le più antiche zone dell’isola, molto simile al Sulcis-Iglesiente. La vegetazione è costituita prevalentemente dalla macchia mediterranea, in alcuni tratti molto fitta, con isole sparse della foresta che un tempo ricopriva la zona.
I fondali marini si presentano irregolari, con speroni rocciosi ricchi di anfratti e di cavità che danno ospitalità a una gran varietà di forme di vita. Il villaggio dell’Argentiera nasce come borgo di minatori e prende il nome dal materiale estratto dai giacimenti di piombo e zinco argentifero.
La miniera, utilizzata in epoca romana e medievale, riprese l’attività di estrazione nel 1867.
Il complesso architettonico costituisce uno dei maggiori esempi di archeologia mineraria
della Sardegna, ed è attualmente oggetto di progetti di riqualificazione urbanistica e ambientale. I
lavori di estrazione si interruppero dopo la Seconda Guerra Mondiale per esaurimento dei giacimenti.
 

Come arrivare all'Argentiera
Visualizza la mappa

Partendo da Sassari, si percorre la SS 291 in direzione Alghero, si svolta in corrispondenza della segnalazione per l’Argentiera. Attraversata la frazione di Palmadula si diparte a destra la strada panoramica che porta all’insenatura con spiaggia di Porto Palmas (1), visibile dalla strada. Uno sterrato (2) procede parallelamente alla scogliera tra cale rocciose e piccole spiaggette. Proseguendo oltre Porto Palmas la strada prosegue in salita presentando diversi punti panoramici. Dopo il bivio per Cala Unanu (3) si arriva all’abitato dell’Argentiera. Ai piedi del villaggio la spiaggia,
racchiusa tra pareti di roccia scura (4). Dal paese partono due strade sterrate (5) che portano al Capo dell’Argentiera sul mare e, verso l’interno, alla Punta dell’Argentiera. Per raggiungere Lampianu si svolta a sinistra dopo Palmadula, proseguendo verso Stintino e oltrepassando le borgate di Biancareddu e Lampianu fino all’indicazione per il Villaggio Nurra. Una strada asfaltata conduce al promontorio di Punta de Lu Nibaru, fronteggiante lo Scoglio Businco (6), che affiora dal mare a qualche decina di metri dalla riva della spiaggia di Lampianu (7).

 

 

 

 


Scheda aggiornata al 23/09/2014

Torna alla pagina precedente