Home Giovani Servizi 0-3

I servizi 0-3 a Sassari

I Servizi 0-3, servizi educativi di interesse pubblico, costituiscono importanti agenzie educative nel territorio che, prendendosi cura in maniera continuativa e con personale qualificato dei cittadini più piccoli (in età 3-36 mesi), affiancano e sostengono le famiglie nel delicato compito di educazione dei figli e favoriscono la conciliazione dei tempi di vita familiare e dei tempi di lavoro.

I Servizi 0-3 del Comune di Sassari poggiano su una consolidata e pluriennale esperienza di offerte destinate alle/ai bambine/i e alle famiglie. I primi Asili Nido, sorti come ONMI (Opera Nazionale per la Maternità e l'Infanzia) e poi trasformati dalla normativa nazionale del 1971, hanno costituito i pilastri dell'esperienza educativa che ha preceduto la nascita di ulteriori nidi d'infanzia, degli Spazi Bimbi nel 2003 (oggi Sezione Sperimentale) e della più recente Sezione Primavera, nata nel settembre 2008. All'attivazione del Nido d'infanzia Aziendale di via Satta nel 2011 è seguito l'avvio della realizzazione di un ulteriore nido nel quartiere di Li Punti, in corso di ultimazione.

L'attuale offerta delle diverse tipologie di Servizi 0-3 comunali si differenzia per l'età dei bambini accolti (3-36 mesi per i Nidi d'Infanzia – 18-36 per le Sezioni Sperimentali e 24-36 mesi per le Sezioni Primavera), per gli orari di funzionamento (07:30-18:00 per i Nidi d'Infanzia; 07:45-16:00 per la Sezione Sperimentale e la Sezione Primavera), per la presenza di cucina interna o di servizio di ristorazione veicolato da ditta esterna.

Sulla base di quanto previsto dalla normativa regionale di riferimento, ed in misura migliorativa, all'interno dei Servizi 0-3 viene sempre garantito il rispetto del rapporto educatore bambino, che per i bambini dai 3 ai 12 mesi è di 1:5 (si legga un educatore ogni 5 bambini), per i bambini dai 12 mesi compiuti ai 36 mesi della sezione grandi è di 1:8 e per i bambini dai 24 ai 36 mesi, inclusi nel sottogruppo della sezione primavera (interna ai nidi d'infanzia), è di 1:10.

Così come previsto dalla normativa regionale di riferimento, all'interno dei Servizi 0-3 viene sempre garantito il rispetto del rapporto educatore bambino, che per i bambini dai 3 ai 12 mesi è di 1:5 (si legga un educatore ogni 5 bambini), elevabile ad 1:6 solo se in sezione vi è una prevalenza di bambini oltre gli 8 mesi, per i bambini dai 12 mesi compiuti ai 24 mesi è di 1:8 e per i bambini dai 24 ai 36 mesi è di 1:10.

Contrariamente a quanto ritenuto in passato, le bambine e i bambini, anche se molto piccoli, hanno grandi potenzialità cognitive, affettive, sociali e relazionali che vanno riconosciute, rispettate e opportunamente sostenute. Superato il modello esclusivamente custodialistico/assistenziale, oggi i Servizi 0-3 comunali offrono alle bambine e ai bambini una serie di esperienze che, nel rispetto di ritmi e stili di crescita individuali, garantiscono loro cura, benessere e sviluppo, attraverso il gioco e l'interazione. I bambini, lasciati liberi di esprimersi e sperimentarsi in un ambiente pensato e progettato per consentire ad ognuno di fare esperienze significative, hanno modo di sviluppare la propria autonomia, acquisire nuove capacità e superare eventuali difficoltà.

Il percorso educativo dei Servizi 0-3, oltre ad offrire un contesto di socializzazione per bambine e bambini, propone luoghi e tempi di socializzazione e di coinvolgimento anche delle famiglie, a partire dalle assemblee e dai colloqui iniziali e periodici, per proseguire con attività in sezione e feste e arrivare all'accompagnamento alla Scuola dell'Infanzia.

Tutti i Servizi 0-3 comunali prevedono una gestione indiretta ad opera di soggetti privati (cooperative sociali) che gestiscono il servizio a seguito dell'aggiudicazione di una specifica gara d'appalto. Tutto il personale che opera quotidianamente nei servizi, referente, educatrici ed addetti ai servizi generali (cuoche ed ausiliarie), dipendono quindi dalla cooperativa appaltatrice.

Ruolo dell'Amministrazione è la cura ed il governo del sistema dei servizi, che il Gruppo di Coordinamento Pedagogico (GCP) realizza con la promozione ed il coordinamento della condivisione dell'identità pedagogica, il continuo miglioramento della qualità espressa, la coerenza e l'integrazione dell'offerta educativa. Il Comune mette a disposizione proprie strutture e parte dei materiali necessari per la realizzazione del servizio (arredi, giochi e libri), stabilendo, attraverso specifici documenti quali Regolamento comunale e Capitolato d'appalto, le modalità del funzionamento del servizio stesso.

A garanzia della qualità pedagogica delle relazioni e delle proposte educative si pone una specifica progettazione educativa, espressione di precise scelte pedagogiche, metodologiche ed organizzative, costantemente precedute ed accompagnate dall'osservazione dei gruppi e dei singoli.

Elementi cardine che qualificano il progetto educativo-didattico sono la cura di ogni singolo momento della giornata, le competenze professionali degli operatori e la condivisione in equipe delle scelte organizzative ed educative, la flessibilità della proposta educativa, da adeguare e costruire sostenendo la propensione dei bambini, nella massima libertà di partecipazione secondo i propri tempi e modi, e da realizzarsi in spazi e tempi appositamente strutturati, in un alternarsi di situazioni stimolanti individuali e di piccolo gruppo.

Le diverse esperienze dei Servizi 0-3, ideate e descritte annualmente nel progetto educativo-didattico, nel rispetto di quanto contenuto nel progetto tecnico-pedagogico presentato in sede di gara d'appalto, vengono illustrate alle famiglie negli incontri di sezione nei mesi di novembre/dicembre e realizzate nel corso di tutto l'anno educativo.

 

L'Amministrazione comunale mantiene un controllo costante sulla qualità del servizio erogato e sulle prestazioni contrattuali delle ditte appaltatrici. Il monitoraggio all'interno di ogni sede, a cura della coordinatrice pedagogica comunale di riferimento, si sostanzia nelle azioni di indirizzo pedagogico, di costante confronto con la referente della ditta e di sostegno tecnico all'operato degli educatori, nella periodica presenza in sede ed alle principali riunioni di programmazione educativa. Il servizio offerto deve essere coerente con quanto concordato e formalmente dichiarato nel progetto educativo-didattico redatto annualmente dal gruppo educativo.

 

La rete dei servizi per la prima infanzia viene strettamente connessa con gli altri soggetti pubblici e privati, che nel territorio curano a vario titolo (pediatri, specialisti della riabilitazione, scuole dell'infanzia, …) i percorsi di crescita della specifica fascia d'età 0-3 anni e con i quali l'Amministrazione promuove, assicura e potenzia dialogo e collaborazione, anche attraverso specifici protocolli d'intesa.

 

Nell'ottica della diversificazione dell'offerta dei servizi per la prima infanzia e della capillare diffusione nel territorio, l'Amministrazione comunale nel 2010 ha dato avvio al sistema sperimentale integrato pubblico-privato di servizi per la prima infanzia. I servizi privati, convenzionati a seguito della partecipazione ad uno specifico bando ed al superamento della valutazione pedagogica di un progetto educativo-didattico, ad opera del GCP, consentono di ampliare l'offerta di posti a disposizione dei cittadini e l'abbattimento delle liste d'attesa comunali, con rette di frequenza integrate da parte dell'Amministrazione comunale.

Si arricchisce così l'impegno volto a garantire l'offerta di un sistema di servizi educativi per la prima infanzia del territorio pedagogicamente integrati, coerenti e qualificati. La puntuale progettazione e documentazione dei percorsi, la consapevolezza del senso del proprio agire educativo quotidiano, il dialogo e confronto, la cooperazione, anche tra le diverse sedi, la costante formazione, ricerca e sperimentazione educativa sono ormai divenuti elementi di un linguaggio condiviso.

L'offerta integrata di servizi educativi di qualità assicura il perseguimento dell'obiettivo della creazione e della promozione di una più ampia cultura dell'educazione e dell'infanzia nel territorio.

L'Amministrazione del Comune di Sassari, forte di un prezioso patrimonio di professionalità educative, derivante da decenni di specifica esperienza nella rete cittadina dei servizi per la prima infanzia, assume l'impegno di tutelare e continuare a potenziare valori, saperi e pratiche di consolidato spessore educativo, importante risorsa culturale pubblica da preservare e mettere al servizio della propria cittadinanza.

 

[top]


 

Scheda aggiornata al 28/07/2015

Torna alla pagina precedente