Home Giovani Servizi 0-3 Inserimenti reinserimenti

Servizi 0-3 -  informazioni

Inserimento nei Servizi 0-3 comunali

 

La necessaria gradualita' per una fase delicata 

 

L'ingresso in un Servizio 0-3, evento particolarmente delicato per i bambini di quest'età, richiede un inserimento graduale, o ambientamento, che coinvolge ogni singolo componente della fondamentale triade di protagonisti: non solo la/il bambina/o interessata/o, ma anche la sua famiglia e gli operatori del servizio, che hanno il compito di accompagnarla/o attivando specifiche strategie di “mediazione”.

Nei primi giorni di vita nel servizio, infatti, la rassicurante presenza di un genitore agevolerà la graduale conoscenza del nuovo ambiente (fatto di spazi, tempi, materiali, giochi, regole, abitudini) e delle nuove persone (altri adulti e coetanei) con cui relazionarsi. La possibilità data al genitore di vivere in prima persona il nuovo ambiente e le nuove relazioni contribuirà anche a costruire il fondamentale rapporto di fiducia verso/con il servizio ed i relativi operatori, con positiva ricaduta sulla serenità trasmessa al bambino stesso.

L'esperienza e le strategie ormai consolidate degli educatori faciliteranno questa delicata fase, modulando l'alternarsi di curiosità e di preoccupazioni, la continuità con la pregressa esperienza familiare e la gradualità nella scoperta della novità e nella contemporanea separazione dal conosciuto, tanto per i bambini quanto per gli adulti coinvolti.

La conoscenza, il rispetto e la continuità con l'individualità del singolo bambino saranno perseguiti dall'educatore attraverso l'attento “ascolto” del “dialogo” genitore-bambina/o, fatto di sguardi, comunicazioni, anche e soprattutto silenziose, di “danze” fra il contatto fisico e la graduale esplorazione.

Il delicato percorso potrà essere accompagnato anche dal proprio oggetto preferito (ciuccio, pupazzetto, copertina,...) o da un altro oggetto che rappresenti la sicurezza della propria “casa”.

Le nuove occasioni di gioco e le nuove relazioni, con gli adulti prima ed i coetanei dopo, non “riproducibili” in ambiente familiare, cattureranno gradualmente l'interesse dei bambini, permettendo loro di vivere sempre più serenamente il distacco dai propri genitori.

Ad inizio anno educativo gli inserimenti vengono generalmente effettuati dal primo lunedì del mese di settembre e, procedendo in scaglioni settimanali, completati entro lo stesso mese.

Nel caso in cui ad anno educativo avviato, e comunque entro il mese di marzo (art. 11 del Regolamento comunale), si rendessero disponibili ulteriori posti (es. per rinuncia al servizio per ingresso anticipato alla scuola dell'infanzia, per dimissioni d'ufficio, etc.) si potrà procedere a nuovi inserimenti.

 

UN, DUE TRE... PICCOLI PASSI FONDAMENTALI!

L'ingresso dei bambini nel servizio è preceduto da una fondamentale fase di conoscenza e di scambio di informazioni tra adulti: il gruppo di lavoro del servizio e la famiglia.

Primo passo: ogni famiglia può iniziare a conoscere l'organizzazione del servizio attraverso la lettura dei principali documenti che ne regolano il funzionamento

Secondo passo: nell'ultima settimana di agosto, concluso l'iter amministrativo dell'accettazione del posto, una riunione per tutti i genitori dei bambini in inserimento permetterà la presentazione alle famiglie del personale, degli spazi e dell'organizzazione del servizio. Nella stessa sede verrà anche definito il calendario degli inserimenti, con la definizione dei gruppi che inizieranno la frequenza nei diversi lunedì del mese di settembre. La collaborazione dei genitori, ancora in congedo o in grado di affidare momentaneamente i bambini a persone di fiducia, permetterà di dare la priorità alle famiglie impossibilitate a rinviare l'inserimento a settimane successive alla prima.

Terzo passo: nei colloqui individuali le singole famiglie incontreranno alcuni educatori per “raccontare” del proprio figlio, a partire dal periodo della gravidanza, dalle sue principali abitudini (pappa, nanna, gioco,...), per arrivare alle informazioni più delicate quali intolleranze, allergie e/o problemi di salute rilevanti. Tutte queste informazioni saranno fondamentali agli educatori per accompagnare il bambino nel nuovo percorso e “comprenderlo” anche in assenza dei genitori.

Durante il colloquio la famiglia dovrà compilare e sottoscrivere alcuni moduli, necessari per completare l'accettazione del servizio ed avviare la fase dell'inserimento:

  • accettazione del “Regolamento comunale dei Servizi Educativi per la Prima Infanzia” e delle norme interne contenute negli opuscoli a sua integrazione;
  • cartella d'inserimento, con i recapiti telefonici dei familiari e le fondamentali informazioni legate allo stato di salute della/del bambina/o;
  • consensi previsti dal D. Lgs n. 196 del 30/06/2003 in materia di protezione dei dati personali (compresi foto/video);
  • autorizzazione ad affidare i bambini a persone diverse dai genitori al momento del ricongiungimento;
  • richiesta di diete speciali adeguatamente certificate.

LA SETTIMANA DELL'INSERIMENTO

Nel lunedì concordato per l'inserimento, in un piccolo gruppo, inizierà la nuova avventura della triade genitore-bambino-educatore.

L'inserimento verrà proposto secondo un modello ormai consolidato che prevede un graduale distacco genitore-bambino nell'arco di una settimana: al progressivo aumento del tempo di permanenza del bambino in sezione corrisponde la diminuzione del tempo di presenza del genitore. La/il bambina/o avrà modo così sia di sviluppare un senso di sicurezza nei confronti dell'educatore e del nuovo ambiente, sia di sperimentare gradualmente che ad ogni distacco segue sempre il ricongiungimento alla famiglia.

In un primo momento l'educatore, con ruolo di mediatore, si proporrà volutamente in modo indiretto, lasciando libera l'iniziativa dei bambini verso lo spazio, gli oggetti e i coetanei e attendendo che siano loro a ricercare direttamente l'interazione nei suoi confronti.

Anche la conoscenza dei diversi spazi della struttura, delle diverse attività avverrà in modo graduale, nell'arco della settimana, in modo da solleticare, e non esaurire subito, la curiosità dei bambini.

Il genitore sarà presente anche per il primo pranzo al nido, generalmente condiviso il giovedì mattina, per permettere alla/al bambina/o di vivere questo momento con una presenza rassicurante, per verificare in prima persona (anche attraverso un assaggio delle pietanze) l'organizzazione e la qualità dell'alimentazione eper testimoniare fiducia alla/al propria/o figlia/o rispetto al cibo proposto. Al tempo stesso l'educatore avrà modo di apprendere direttamente le abitudini del bambino al momento del pasto.

Stessa condivisione a tre sarà vissuta in occasione del primo cambio.

 

LE SETTIMANE DI CONSOLIDAMENTO

A partire dalla seconda settimana di frequenza la/il bambina/o vivrà tutta la mattinata all'interno del gruppo di sezione, con la presenza dell'educatore di riferimento per l'inserimento, impegnato a costruire un “ponte” tra la/il bambina/o e la realtà del servizio. Man mano che il bambino inizierà a riconoscere come “familiari” tutti gli adulti del gruppo di lavoro, gli spazi ed i tempi, il ruolo di riferimento fisso lascerà spazio ad una rotazione di tutti gli educatori di sezione nei diversi gruppi di bambini.

 

IL MOMENTO DELLA NANNA

La frequenza del servizio per l'intera fascia oraria scelta, inizierà quando l'educatore riscontrerà il completamento della fase dell'inserimento: la/il bambina/o riconosce e ricerca l'adulto, accetta di condividere i principali momenti di cura, si sposta serenamente negli spazi fisici, li esplora attivamente e si relaziona serenamente con gli altri bambini ricercandoli per condividere giochi e attività.

Solo al raggiungimento di tale serenità la/il bambina/o è pronta/o ad affrontare l'ultima tappa del percorso d'ambientamento: la fiducia nelle persone e nello spazio che la/lo circondano le/gli consentiranno di “abbandonarsi” al sonno e di ritrovare, al risveglio, un contesto rassicurante ormai familiare. Anche questa fase richiederà una gradualità su più giorni, prima di procedere con la frequenza per le ore totali previste dalla fascia oraria scelta.

 

 INSERIMENTI PER L’ANNO EDUCATIVO 2017/2018

 

[top]


 

Scheda aggiornata al 02/08/2017

Torna alla pagina precedente