Home Giovani Servizi 0-3

 Alimentazione e menù

Prosecuzione allattamento

Negli ultimi anni si è verificata una riduzione, per motivi culturali, sociali o economici, della diffusione e della continuità dell’allattamento al seno.
I benefici derivanti dall’allattamento al seno per il bambino, così come per la mamma che allatta, sono molteplici ed evidenziati da un'imponente bibliografia in materia.
Per il neonato si parla:
  • di protezione dalle allergie,
  • migliore sviluppo psicologico e intellettivo,
  • migliore acuità visiva,
  • minori problemi dentari,
  • migliore protezione dalle infezioni e parassitosi intestinali e
  • prevenzione di malattie quali morbo di crohn, obesità, ipertensione, arterosclerosi.

Per la mamma è documentata una minore incidenza di emorragia post-partum e un recupero fisico più veloce.

L'importanza dell'allattamento al seno è stata da sempre evidenziata da organizzazioni quali l'OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità) con documenti come “L’allattamento al seno: protezione, incoraggiamento e sostegno. L’importanza del ruolo dei servizi per la maternità” (OMS, 1989) e con la realizzazione di progetti europei che hanno portato alla stesura di documenti come “Alimentazione dei lattanti e dei bambini fino a tre anni: raccomandazioni standard per l’Unione Europea”. Anche l'UNICEF ha tra le sue attività primarie, in difesa del bambino e delle madri, la realizzazione di strategie mirate a tutelare l'allattamento.

In quest'ottica, presso le strutture comunali per la prima infanzia è da sempre garantito l'allestimento di appositi spazi per l'accoglienza delle madri che scelgano di allattare i loro bambini in struttura, anche nel corso della giornata.
Nel caso in cui fosse difficoltoso provvedere in prima persona, è stato predisposto il documento:

con il quale si forniscono alle mamme e agli operatori delle strutture le istruzioni per la conservazione e somministrazione del latte materno al nido.
In questo modo le mamme, adeguatamente formate dal pediatra di base circa le modalità di raccolta del proprio latte, possono affidare i loro bambini alla struttura senza dover interrompere l'allattamento, latte che verrà somministrato dalle educatrici con il biberon fornito dalle mamme ed in accordo con le specifiche indicazioni.

 

 

 

 

 

 

[top]


 

Scheda aggiornata al 28/07/2017

Torna alla pagina precedente