RACCOLTA DIFFERENZIATA e RACCOLTA RIFIUTI

I colori dei nuovi cassonetti
(CAMBIA IL COLORE NELLA PARTE SUPERIORE)
 

TIPO DI RIFIUTO COLORE CASSONETTO
ORGANICO colore MARRONE
INDIFFERENZIATO colore VERDE
CARTA E CARTONE colore BIANCO
PLASTICA colore GIALLO
VETRO colore AZZURRO

Con il D.Lgs. n. 22 del 5 febbraio 1997, abrogato e sostituito dal D.Lgs. n. 152 del 3 aprile 2006 (Norme in materia ambientale), la raccolta differenziata è diventata un obbligo di legge per tutti i cittadini; dal momento in cui scegliamo di acquistare un prodotto, infatti, iniziamo a produrre dei rifiuti che siamo poi chiamati a separare e conferire nei cassonetti giusti.

AMBIENTE

Orari uffici:
via Ariosto 1 - 07100 Sassari
Dal lunedì, mercoledì, venerdì dalle 11.00 alle 13.00;
Martedì dalle 15.00 alle 17.00;
Giovedì chiusura totale.

 Tel. 079/279.613-614
Numero verdeNumero Verde
800012572

ECOCENTRO-RIFIUTI SOLIDI INGOMBRANTI

Numero verdeNumero Verde
800012572 (da telefono fisso)

Numero 079-2657003 (per i cellulari)

ORARIO AL PUBBLICO
Via Ariosto, 1 (accesso da via Montello)
dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 13.30 e dalle ore 14.15 alle ore 17.00 - sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Il conferimento dei rifiuti può inoltre avvenire
presso i punti di raccolta di:
Piazzale Segni
Martedì: ore 8.30 - 13.00
Via Camboni (Li Punti)
Giovedì: ore 8.30 - 13.00

 

News  del settore ambiente

Nuovi calendari porta a porta 2016
 

Li Punti - San Giovanni - Caniga - Ottava - S.Orsola sud
Calendario

Agro
Calendario

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA
 

Guida alla raccolta sfogliabile

Dizionario dalla A alla Z

 

Nuova campagna di comunicazione


L’Amministrazione comunale di Sassari punta in alto, a una raccolta differenziata di qualità e con percentuali sempre più elevate. Obiettivi che possono essere raggiunti soltanto con un lavoro di squadra, che vede coinvolti l’Ente, la società che gestisce il servizio e i cittadini stessi.
 Per questo il Comune, assessorato alle Politiche agro-ambientali e Verde pubblico, ha deciso di investire su una nuova campagna di Comunicazione che crei un canale diretto tra cittadini e amministratori, con messaggi chiari su come differenziare, su come riutilizzare alcuni materiali riducendo così la produzione di rifiuti, sull'importanza della qualità del materiale differenziato, ma anche sui vantaggi che tutta la collettività ottiene da una corretta raccolta.
Il comunicato stampa con tutte le iniziative

CONTROLLI E SANZIONI

Al fine di garantire la corretta applicazione della legge e tutelare quei cittadini che, quotidianamente, si impegnano per il corretto conferimento dei rifiuti, vengono stabilite le seguenti sanzioni:
• da euro 25,00 a euro 250,00 se il conferimento dei rifiuti avviene in ore/giorni diversi da quelli indicati;
• da euro 25,00 a euro 250,00 se il conferimento dei rifiuti avviene con modalità differenti da quelle indicate;
• da euro 25,00 a euro 155,00 se si abbandonano rifiuti non pericolosi e non ingombranti;
• da euro 105,00 a euro 620,00 se si abbandonano rifiuti pericolosi e/o
ingombranti;
• da euro 25,00 a euro 155,00 se si spostano i cassonetti dagli stalli.
• da euro 25,00 a euro 250,00 per il danneggiamento e l'apertura forzata dei cassonetti per la raccolta differenziata e dei cestini portarifiuti, nonché l'esecuzione di scritte o l'affissione di manifesti o targhette sugli stessi, comporta l'applicazione della sanzione pecuniaria da euro 25,00 a euro 250,00
 

Promemoria per i cittadini
  1. Fatevi guidare dai colori
  2. Ricordiamoci che ...
  3. Cosa vuol dire riciclare?
  4. Dove vengono conferiti i rifiuti differenziati?
  5. Ridurre il volume di ingombro delle scatole di cartone, che devono essere piegate o schiacciate, e delle bottiglie di plastica che devono essere schiacciate.
  6. Eliminare i residui grossolani dai contenitori degli alimenti
  7. Rispettare gli orari di conferimento per consentire il lavaggio dei cassonetti stradali

[top]
 

 

 

Promemoria per i cittadini

Fatevi guidare dai colori

Per fare la raccolta differenziata in maniera corretta occorre solo un minimo
di organizzazione: la quantità dei rifiuti prodotti rimarrà la stessa ma risulterà
semplicemente divisa secondo le diverse categorie.

Certo, esiste qualche piccola regola:
• I materiali non organici (vetro, carta, plastica) non devono contenere residui di cibo o di altre sostanze. Prima del conferimento è quindi opportuno sciacquarli, evitando che si formino dei cattivi odori in casa e per strada;
• I contenitori di plastica e di carta o cartone devono essere schiacciati, riducendo così lo spazio occupato sia a casa che nel cassonetto.

I rifiuti, così separati, vanno ovviamente conferiti nei contenitori giusti. Quali?!
Fatevi guidare dai colori e dalle informazioni presenti nelle pagine dedicate.
 

[Top]
 

Ricordiamoci che ...

Per rendere più agevole il lavoro degli operatori addetti alla selezione del materiale ed ottenere i migliori risultati rispetto al recupero dei materiali, tutti i cittadini, oltre ad utilizzare per i loro rifiuti gli appositi cassonetti, devono osservare alcuni semplici accorgimenti:
  1. Non introdurre nei contenitori materiale diverso da quelli indicati.
  2. Non abbandonare i rifiuti all'esterno dei contenitori, in quanto, oltre a rendere difficoltoso il lavoro per gli addetti al servizio di raccolta, rende meno bella la nostra città.
  3. ridurre il volume di ingombro delle scatole di cartone, che devono essere piegate o schiacciate, e delle bottiglie di plastica che devono essere schiacciate.
  4. Eliminare i residui grossolani dai contenitori degli alimenti. Rispettare gli orari di conferimento per consentire il lavaggio dei cassonetti stradali.

[Top]
 

Cosa vuol dire riciclare?

Una cosa semplice ma importantissima: trattare un materiale di scarto
apparentemente inutile per trasformarlo in un nuovo materiale riutilizzabile.
Molti dei rifiuti che finiscono nella pattumiera possono subire questo processo.
Alcuni esempi:
  1. Dai vecchi giornali, con opportuni trattamenti, si produce la carta riciclata. Il vantaggio? Si riduce il numero degli alberi tagliati. Il depliant informativo sulla raccolta differenziata distribuito ai cittadini è stampato su carta riciclata.
  2. Dai rifiuti organici si può ottenere compost da utilizzare come concime.
  3. Dalla fusione delle bottiglie di vetro si ottiene nuovo vetro.

Per avviare questi processi di trasformazione è sufficiente suddividere i rifiuti per categorie di materiali.
La raccolta differenziata ha dunque due obiettivi principali:

  1. la separazione dei rifiuti per categorie di materiali, indispensabile per poter realizzare il riciclaggio;
  2. la raccolta di rifiuti inquinanti o pericolosi, che richiedono uno speciale processo di smaltimento.

[Top]
 

Dove vengono conferiti i rifiuti differenziati ?

Per quanto riguarda carta, vetro, e plastica il Comune di Sassari ha attivato convenzioni con i consorzi:
  1. CO.RE.PLA. COnsorzio REcupero PLAstica (www.corepla.it)
  2. CO.RE.VE. COnsorzio Recupero Vetro (www.coreve.it)
  3. CO.MI.ECO Consorzio recupero carta (www.comieco.it)

che, oltre a ricevere i rifiuti differenziati, attuano il doppio controllo sulla quantità e sulla qualità della frazione ricevuta, con particolare attenzione alla percentuale di impurità presenti. È sulla base dei risultati dei controlli che viene calcolato il compenso che il Comune di Sassari riceve dai Consorzi su indicati: il compenso è proporzionato sia alla quantità conferita dai cittadini, sia alla qualità della frazione (presenza o assenza di materiale non idoneo al riciclo).

[top]

 

 

Ordinanze e regolamenti

alttorna indietro