Ufficio stampa

Comunicati stampa settembre 2017

Sassari, lì 21 settembre 2017

23 ARTISTI NELL'ECOCENTRO DI SASSARI PER gARTbage – CASSONETTO D'ARTISTA

Il 23 settembre la giornata di live painting aperta alla cittadinanza. Il 29 settembre la premiazione

 

L'ecocentro comunale di Sassari si apre alla creatività con gARTbage – Cassonetto d'artista: sabato 23 settembre, dalle 9 alle 20, la struttura di via Ariosto 1 ospiterà 23 artisti che avranno il compito di realizzare le loro opere d'arte sulle pareti esterne dei cassoni scarrabili per la raccolta dei rifiuti. La giornata di live painting sarà aperta gratuitamente al pubblico, che potrà visitare l'ecocentro e vedere gli artisti all'opera.

 

L'iniziativa, ideata da Inventiva e fortemente voluta dal Comune di Sassari - Settore Ambiente e verde pubblico con Ambiente Italia - CNS Consorzio Formula Ambiente, nasce per portare l'attenzione della cittadinanza sull'importanza del decoro urbano. Dopo il 23 settembre la città avrà nove cassoni trasformati in opere d'arte itineranti, che continueranno a essere utilizzati per la raccolta dei rifiuti e quindi circoleranno per le strade e le piazze cittadine. Ogni cassone presenterà due opere diverse, una per ciascun lato lungo.

 

Per consentire l'organizzazione dell'evento, venerdì 22 e sabato 23 settembre l'ecocentro comunale di via Ariosto sarà chiuso al pubblico. Negli stessi giorni sarà anche sospeso il servizio di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti. L'ecocentro riaprirà regolarmente lunedì.

 

 Gli artisti

 

Gli artisti, selezionati tramite bando, provengono da diverse parti della Sardegna, dalla Guinea e dalla Nigeria.

A partecipare saranno due collettivi sassaresi, Leogroup e Habitat Immaginari, e 16 artisti che lavoreranno individualmente: Aldo Stori, Andrea D'Ascanio, Antonio Cicu, Barbara Mariano, Emanuele Piras, Federico Cozzucoli, Genesio Pistidda, Giulia Caredda, Giulia Scano – Damon Shapeless, Marco Tanca, Matteo Marras, Nicolas Obino, Roberto Chessa, Roberto Mazzullo – Mozok, Simone Deiana e Viola Cusimano, che si cimenteranno con stili e tecniche differenti.

Sarà privilegiata la pittura con vernici acriliche per metallo per opere sia astratte che figurative, ma non mancheranno interventi extrapittorici quali collage e assemblage impermeabilizzati per mantenere la piena funzionalità dei cassoni.

 

Scheda artisti

 

 

Il concorso e la premiazione il 29 settembre alle 20.30 al Teatro Civico con il concerto "Ciac ta bum"

 

Nei giorni successivi alla giornata di live painting le opere saranno giudicati da esperti nominati dal Comune di Sassari e al voto popolare sulla pagina facebook Facebook/progettogartbage, dove potranno votare tutti gli iscritti al social network.

 

La premiazione dei vincitori (primo, secondo e terzo classificato) avverrà al Teatro Civico (corso Vittorio Emanuele II) il 29 settembre alle 21 in occasione del concerto "Ciac ta bum" di Salvatore Scala, organizzato dal Comune di Sassari - Settore Ambiente e verde pubblico con Ambiente Italia - CNS Consorzio Formula Ambiente e Inventiva in collaborazione con l'associazione Bertas musicisti associati.

Durante la serata, oltre alla premiazione di gARTbage, verranno presentati i nuovi ecovolontari a cui sarà consegnato il badge. L'ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.

 

 

 Info e contatti

 

progettogartbage@gmail.com

+39 329 015 3601

 

 ARTE E RIFIUTI

 

"gARTbage" è un semplice gioco di parole che nasce dall'incrocio tra le parole inglesi "garbage", rifiuti, e "art", arte.

Il connubio tra arte e rifiuti è stato abbondantemente sperimentato sia in ambito artistico (basti pensare alla rivoluzione concettuale del primo rifiuto portato dentro un museo ormai più di 100 anni fa, l'Orinatoio Fontana di Marcel Duchamp) sia in quello ecologista, che del riciclo creativo ha fatto un importante ed efficace cavallo di battaglia per sensibilizzare contro gli sprechi e i danni del consumismo con la sua produzione scriteriata di rifiuti. Il filone di ricerca e applicazione è potenzialmente infinito, come infinito è il ciclo di produzione, raccolta e smaltimento dei rifiuti, nella varietà di idee creative, materiali utilizzati e nuovi oggetti da realizzare.

 

 RIFLETTORI PUNTATI SUI CASSONI DELL’ECOCENTRO COMUNALE DI SASSARI

 

Ma se i rifiuti sono ormai da molto tempo sotto i riflettori della creatività, non altrettanto si può dire dei loro contenitori. GARTbage punta sulla valorizzazione delle creatività presenti sul territorio, e non solo, per trasformare i cassoni dell’ecocentro in opere d'arte urbana. Non solo "coprire" il brutto, ma trasformarlo in valore, in elemento di decoro urbano itinerante.

La cittadinanza di Sassari potrà poi fruire quotidianamente di queste opere: non solo si troveranno in esposizione permanente all'ecocentro, ma circoleranno per la città quando i cassoni saranno caricati sulla motrice e, per recarsi ai depositi controllati, attraverseranno la città.

 

 UN CONTEST DI ARTE URBANA E COLLETTIVA

 

Sono stati coinvolti 23 giovani artisti tra pittori, illustratori, writers, muralisti, in un contest di arte urbana e collettiva che ha come oggetto la reinterpretazione dei cassoni. Gli artisti sono stati selezionati attraverso un bando sulla base della qualità del loro portfolio e di un progetto creato appositamente per il concorso. Avranno una giornata di tempo per realizzare le loro opere, in un vero e proprio live painting aperto al pubblico, che potrà seguire con i propri occhi tutte le fasi di realizzazione delle opere. Al termine del lavoro una giuria selezionerà le tre opere migliori e alla scelta finale contribuità anche il voto popolare su Facebook.

 

L'intento è senz'altro riabilitativo rispetto al cassone inteso come arredo urbano, e la sua trasformazione da "brutto da vedere" a "bello da guardare". Ma non solo: la funzione di un cassone d'artista può andare oltre, portando al di fuori delle mura di un museo un linguaggio che la maggior parte dei cittadini non parla, avvicinando così alla comunicazione visiva tutte le fasce della popolazione, anche quelle che all'arte non si sono mai interessate, perché troppo lontana, troppo difficile, troppo complicata. Una vera e propria epifania dell'utile trasformato in bello, di lunga durata oltre all'evento.

 

 PROGETTI COLLATERALI: CIAC TA BUM

 

All'interno del progetto gARTbage, come corollario degli interventi di pittura sui cassoni, in accordo con il Settore Ambiente e Verde pubblico del Comune di Sassari ci sarà un momento di intrattenimento performativo, con uno spettacolo dal titolo CIAC TA BUM.

Il 29 settembre, a una settimana dalla giornata di live panting, si terrà un concerto nel corso del quale verranno premiati i tre migliori artisti della giornata gARTbage. Il progetto Ciac Ta Bum è nato nel 2010 dal musicista sassarere Salvatore Scala. Il suo intento è creare una musica “fusion” arrangiata associando pochi strumenti musicali classici, come la chitarra e il basso, con oggetti di uso comune riciclati e svincolati dalla loro originaria funzione per diventare strumenti musicali. Bicchieri, bottiglie, posate, giornali, ma anche scatole di cartone, bidoni, coperchi, tazzine, bauli, indumenti, pantofole, contenitori vari, lavandini, radiatori di automobili, acquistano una valenza nuova e vivono una seconda vita in perfetta filosofia del riciclo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[ufficio_stampa@comune.sassari.it]