Ufficio stampa

Comunicati stampa ottobre 2017

Sassari, lì 28 ottobre 2017

Climathon a Sassari, quattro progetti sui cambiamenti climatici

 

Quattro gruppi di cittadini hanno raccolto la sfida della maratona internazionale Climathon e per 24 ore di fila si sono concentrati nell’elaborare insieme progetti per l’adattamento del territorio agli impatti del cambiamento climatico, attraverso la pianificazione di infrastrutture come tetti verdi, superfici permeabili, arboricoltura e selvicoltura urbana, o spazi, come parchi e aree verdi di quartiere. Stamattina la giuria di esperti composta da Ernesto Usai (presidente dell’Ordine degli agronomi), Giovanni Satta (funzionario della Regione Sardegna), assessorato alla Difesa dell’ambiente) e Francesco de Rosa (architetto esperto della materia) ha decretato il vincitore.

 

«Per aver colto la necessità di un approccio culturale in questa fase, ai temi legati al cambiamento climatico, per l’approccio partecipativo e il coinvolgimento dei cittadini, per l’immediatezza della fattibilità si premia il progetto “The green in connection”». A leggere le motivazioni è stata l’assessora regionale alla Difesa dell’Ambiente Donatella Spano, presente alla premiazione insieme all’assessore comunale alle Politiche agro ambientali Fabio Pinna.

 

La maratona sui cambiamenti climatici, coordinata a Sassari dal settore Ambiente del Comune, è iniziata ieri mattina ed è proseguita tutta la notte. Le circa 30 persone che hanno aderito sono state organizzate in quattro gruppi eterogenei. Due hanno elaborato idee per la zona di Predda Niedda (dove la presenza di centri commerciali, grossi fabbricati e la prevalenza di suolo impermeabilizzato rende necessario il ripensamento di spazi e luoghi per contrastare gli effetti del cambiamento climatico) e due per il centro storico (dove l'edificato si è strutturato lungo i secoli in un sistema di spazi caratterizzati dalla esigua presenza di aree verdi e dalla scarsa continuità tra le stesse).

 

“The green in connection, sviluppo degli spazi verdi attraverso modelli di gestione condivisa” e “Nivola – Narrare, ideare, vivere, ospitare, legare e abitare” sono i progetti presentati sul centro storico. “RiPredda Niedda” e “Predda Birdi” hanno riguardato invece l’area di Predda Niedda. Tutti sono partiti e hanno sviluppato il concetto di resilienza per adattarsi ai cambiamenti climatici, attraverso nuovi spazi verdi ma anche di socializzazione, riciclaggio di materiali e delle acque.

 

I rappresentanti del gruppo vincitore saranno ospiti della sessione di promozione e condivisione dei risultati e delle idee vincitrici del Climathon 2017, organizzata da Climate-KIC Italy il 9 novembre nell'ambito di Ecomondo a Rimini. Inoltre ciascun componente del gruppo riceverà un abbonamento annuale a “Ciclacittà”, il servizio di bike sharing di Sassari, offerti dalla società Bicincittà. Le idee saranno sviluppate in collaborazione con la Regione Sardegna nelle azioni del progetto Master Adapt, progetto co-finanziato dal programma Life della Commissione Europea che intende costruire una metodologia operativa e integrata affinché regioni, città metropolitane e consorzi di città possano inserire nei propri piani e programmi l’adattamento ai cambiamenti climatici come elemento chiave per il proprio territorio.

 

 

 

 

 

 

 

[ufficio_stampa@comune.sassari.it]