Ufficio stampa

Comunicati stampa maggio 2018

Sassari, lì 9 maggio 2018

Tentata rapina: denunciato un minorenne

Dopo un mese di indagini articolate la polizia locale è risalita al responsabile della tentata rapina ai danni di una donna tedesca.

 

L'11 aprile scorso un giovane aveva seguito due donne nei vicoli del centro storico. L'uomo, quando ha intercettato le due signore si trovava in compagnia di altri due giovani, ma al momento del compimento dell'azione criminosa ha agito da solo per poi riunirsi ai suddetti uomini.

 

Le due signore si stavano recando in via Arcivescovado in cui una delle due risiede; entrambe le donne sono di nazionalità tedesca, la prima vive, appunto, in città, la seconda in un centro dell'hinterland.

 

Poco dopo le 20,30 le due signore hanno raggiunto l'abitazione del centro storico; la padrona di casa ha aperto il portone posto sulla via per accedervi, seguita dall'amica. In quell'istante l'uomo ha colpito quest'ultima sferrandole un violento pugno alla schiena. La donna ha perso l'equilibrio ed è caduta pesantemente a terra.

 

Il giovane non ha desistito dalla volontà di portare a termine l'azione criminosa nonostante la resistenza opposta dalla signora ultrasessantacinquenne, e nonostante quest'ultima fosse a terra dolorante, l'ha trascinata per diversi metri nel tentativo di strapparle la borsa che indossava a tracolla fino a che alcuni passanti sono accorsi richiamati dalle urla della stessa donna; solo allora il giovane si è dato alla fuga.

 

La donna, per la caduta e per il violento pugno ricevuto, ha riportato la frattura del polso sinistro e diversi ematomi, è stata immediatamente trasportata da un'ambulanza al Santissima Annunziata dove i sanitari hanno diagnosticato una prognosi di trenta giorni.

 

La descrizione del giovane fatta agli agenti dalla donna che aveva per un attimo visto chiaramente in viso il suo aggressore, e la descrizione degli abiti indossati dallo stesso, hanno permesso agli agenti di avviare le ricerche sulla base di alcuni elementi dimostratisi essenziali per l'individuazione del giovane.

 

Inoltre, le informazioni testimoniali assunte dalle persone intervenute in aiuto della donna vittima della tentata rapina hanno consentito di ricostruire il tragitto fatto dall'uomo nelle fasi che hanno preceduto la condotta illecita e, inoltre, nei momenti successivi all'azione criminosa. Si sono rivelate, infine, utilissime le immagini dell'impianto di videosorveglianza presente in diversi punti del centro storico: il ragazzo è stato “immortalato” dalle telecamere una prima volta mentre, in compagnia di due giovani, seguiva le donne, quindi mentre da solo tentava di portare a compimento il suo disegno criminoso e, dopo la fuga, è stato ripreso ancora una volta in compagnia dei suddetti uomini.

 

I fotogrammi acquisiti da questa polizia giudiziaria hanno permesso di identificare il giovane. Questa mattina il giudice per le indagini preliminari del Tribunale dei Minorenni di Sassari su richiesta del Procuratore dott.ssa Pitzorno, tenuto conto della spregiudicatezza con cui l'indagato ha messo in atto il suo disegno criminoso, che denota indice di considerevole propensione delittuosa, e pericolosità sociale anche per la sussistenza di precedenti specifici, ha disposto la misura cautelare dell'affidamento del giovane, non ancora maggiorenne, al servizio minorile dell'amministrazione della giustizia, ed il trasferimento in comunità.

 

Il giovane è stato raggiunto nella propria dimora dagli agenti della polizia locale e accompagnato in una comunità della provincia.

 

Risulta indagato per concorso nella tentata rapina un secondo uomo.

 

Proseguono le indagini rivolte ad identificare eventuali complici.

 

 

 

 

COMANDO POLIZIA LOCALE SASSARI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[ufficio_stampa@comune.sassari.it]