Ufficio stampa

Comunicati stampa giugno 2018

Sassari, lì 6 giugno 2018

Città che legge: a Sassari attribuito il riconoscimento del Mibact

 «Sassari si riconferma una città che ama i libri, cosciente del valore della lettura, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva».

 

Con queste parole Nicola Sanna commenta l'ammissione di Sassari nell'elenco delle “Città che leggono”, stilato dal Centro per il libro del Mibact in collaborazione con Anci. L'iscrizione nell'elenco, che vede Sassari tra le 441 città ammesse, unico comune sardo tra i 24 con popolazione sopra i 100 mila abitanti, è un riconoscimento attribuito alle amministrazioni che si impegnano a svolgere con continuità politiche di promozione della lettura sul proprio territorio. Dal 2017 Sassari è una “città che legge”, titolo che viene riconfermato, stavolta, per il biennio 2018/2019. «Grazie alle tre biblioteche del sistema bibliotecario urbano, il Comune di Sassari garantisce l’accesso ai libri e alla lettura - continua il sindaco -, ospita e sostiene festival e rassegne».

 

Come “città che legge” Sassari aderisce ai progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura, ad esempio il Maggio dei libri, e si impegna a promuovere la lettura con continuità anche attraverso la stipula di un “Patto locale per la lettura” che prevede una stabile collaborazione tra enti pubblici, istituzioni scolastiche e soggetti privati.

 

«Un valore aggiunto sono le partnership che il Comune ha in essere – conclude il primo cittadino -, solo per citarne alcune, quelle con i festival Èntula e Passavamo sulla terra leggeri. Sono convinto, così come sottolinea il Centro per il libro, che dalla lettura dipendano lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico della nostra comunità».

 

 

 

 

 

[Portavoce Comune di Sassari]