Ufficio stampa

Comunicati stampa febbraio 2017

Sassari, lì 4 febbraio 2017

Parte dalla co-progettazione la rinascita del vecchio mercato

Il 9 febbraio scadranno i termini per la manifestazione di interesse indetta dal Comune.

Da dismesso e sottoutilizzato deve diventare luogo di aggregazione culturale, di inclusione sociale e di valorizzazione dell'identità e della cultura sassarese. È il vecchio mercato civico che, collocato in un punto di passaggio, una sorta di scorciatoia che collega la città murata ai quartieri ottocenteschi, è rimasto nel cuore e nella memoria dei sassaresi come “luogo delle relazioni”. Ed è anche questo capitale sociale e affettivo immateriale, attribuito dai cittadini alla struttura originale, che l'amministrazione comunale vuole recuperare.

La sua rigenerazione sostenibile rappresenta una delle azioni portanti degli interventi territoriali integrati (Iti). Il 9 febbraio, scadranno i termini dell'avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni di interesse per la co-progettazione del recupero e dell'adeguamento funzionale del vecchio mercato. Si tratta di una fase propedeutica all'indizione di una successiva procedura di affidamento della concessione, a titolo oneroso, della gestione ventennale della struttura. Sulla home page del sito web istituzionale del Comune è pubblicato l'avviso con l'illustrazione del progetto, le finalità, le indicazioni necessarie e la modalità di partecipazione.

L'obiettivo dell'amministrazione comunale è quello di riattivare l'ex mercato civico, trasformandolo in luogo di incontro e di aggregazione. Da una parte deve catalizzare le diverse comunità che convivono nel quartiere, dall'altra deve essere attrattore capace di richiamare i sassaresi nel centro storico. Il vecchio mercato deve diventare un volano per le attività commerciali del nuovo mercato civico e per il rilancio del settore terziario.

In sostanza, come già avvenuto per altre strutture simili in Italia e in Europa, il vecchio mercato sarà riorganizzato come struttura articolata, capace di attrarre un pubblico variegato e diversi target di popolazione.

Ecco, allora, che per la rigenerazione sostenibile del mercato si punta a sviluppare un'attività di animazione e un processo partecipativo che definisca le funzioni e il modello di gestione sostenibile, quindi a realizzare lavori di adeguamento funzionale.


Per assicurare la massima coerenza tra l'intervento di riqualificazione dell'immobile e la futura gestione, anche l'attività di progettazione dei lavori di recupero e riuso dell’edificio deve essere strettamente legata ad un processo partecipativo. L'avviso per la manifestazione di interesse, pubblicato dal Settore Attività produttive e in scadenza nei prossimi giorni, ha proprio questa finalità, cioè affinare e migliorare le proposte progettuali e gestionali e definire le caratteristiche degli interventi edilizi in modo coerente alle esigenze prospettate dai potenziali gestori del vecchio mercato. Che dovrà diventare un “polo civico” del gusto, delle arti e dei mestieri manuali, inteso come luogo di promozione dell'enogastronomia di qualità, di degustazioni, di sperimentazione e di innovazione nei settori agroalimentare e artigianato. Dovrà anche essere un luogo di aggregazione culturale, di inclusione sociale e di valorizzazione dell'identità e della cultura della nostra città.


Ecco allora che la procedura che l'amministrazione sta attivando sarà, in una prima fase, non competitiva, aperta a tutti coloro che intendano candidarsi alla fase di co-progettazione attraverso la presentazione di una idea progettuale. Successivamente, si entrerà nella fase competitiva, preceduta dalla pubblicazione di uno specifico bando per la concessione della gestione a titolo oneroso dello spazio, che porterà all'individuazione del soggetto gestore.

Tra le due fasi si realizzerà l'attività di co-progettazione degli spazi che, per la durata circa di tre mesi, vedrà coinvolti il Comune di Sassari, la Regione Sardegna tramite il Centro regionale di programmazione, i progettisti incaricati dei lavori di adeguamento funzionale e i soggetti che con la manifestazione di interesse si candidano a collaborare con l'amministrazione comunale. Questa fase consentirà di definire nel dettaglio le caratteristiche e le specifiche di riuso dello spazio, funzionali alla riqualificazione della struttura grazie al contributo offerto dai soggetti potenzialmente gestori, anche discutendo e affinando le proposte progettuali e gestionali.

 

 

 

 

[Portavoce Comune di Sassari]