Ufficio stampa

Comunicati stampa febbraio 2017

Sassari, lì 8 febbraio 2017

Il Comune di Sassari celebra il Giorno del Ricordo

Il 10 febbraio il Comune di Sassari celebra per la prima volta il Giorno del Ricordo con una seduta solenne dell'Assemblea civica. Il Consiglio vuole «conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale», come previsto dalla legge del 2004 che ha istituito questa ricorrenza.

La convocazione del Consiglio comunale in seduta solenne è stata scelta ancora una volta come strumento di coinvolgimento di tutta la cittadinanza a un evento che deve avere la più ampia partecipazione, per la diffusione della conoscenza di tragici eventi ed evitare che questi possano riaccadere. I lavori si apriranno alle 9.30 con il discorso introduttivo della presidente Esmeralda Ughi che spiegherà quale sia il valore del Giorno del Ricordo, la sua importanza e perché Sassari abbia deciso di celebrarlo per la prima volta. Seguiranno gli interventi di consiglieri e consigliere sul tema della giornata, per poi lasciare la parola agli studenti della II A, II B e III B dell'istituto comprensivo del Monte Rosello alto. Da anni i docenti portano avanti progetti di sensibilizzazione ed educazione su tutti i genocidi, accompagnando ragazze e ragazzi in un percorso trasversale di consapevolezza e rispetto nei confronti del prossimo, chiunque sia. In classe hanno esaminato fatti storici cruciali per la maturazione della società. In particolare, per la ricorrenza del 10 febbraio, gli studenti sono stati coinvolti nel progetto “Ricordiamo”: partendo da Fertilia come centro di accoglienza di esuli istriani, giuliani e dalmati hanno analizzato un percorso storico attraverso la raccolta di immagini, scritti e musiche che hanno poi rielaborato in creazioni proprie. A coordinarli in questo impegnativo lavoro c'erano i docenti Carlo Cubeddu, Salvatorangelo Fancellu, Andrea Fonnesu, Elena Ganadu e Franca Zarra. Così come è stato per il Giorno della Memoria, ragazze e ragazzi leggeranno brani e sarà proiettato un breve filmato curato sempre da loro e montato sulle note di un pezzo di Sergio Endrigo con i cori realizzati dalle studentesse. Seguirà il discorso conclusivo del sindaco Nicola Sanna che porterà la sua riflessione sul Giorno del Ricordo.

 

 

 

 

 

[ufficio_stampa@comune.sassari.it]