Ufficio stampa

Comunicati stampa agosto 2017

Sassari, lì 8 agosto 2017

Lavori alla Rotonda di Platamona, conclusa la fase di messa in sicurezza

Pronti anche i giochi per i bambini e predisposti i posteggi per disabili

 Si è svolta questa mattina alla Rotonda di Platamona la Commissione Lavori Pubblici sulla messa in sicurezza e riqualificazione dell'area e sulla conseguente smobilitazione del cantiere. Si è concluso l'intervento più urgente, ovvero la sistemazione del muro crollato nel luglio del 2015. Realizzati due gradoni con gabbioni di pietre a vista, ulteriore rinforzo per la tenuta del muro. Sono state eliminate le ringhiere e i pilastrini.

 

«Ci tengo a ricordare che il muraglione non aveva un basamento – ha dichiarato l'Assessore ai lavori pubblici Ottavio Sanna – perciò è stato completamente demolito e ricostruito. Durante la fase dei lavori, inoltre, abbiamo avuto un imprevisto che ci ha portato alla risistemazione del muro fronte mare, ubicato a sinistra».

 

È stata installata la segnaletica e sono stati ultimati i giochi per bambini, ubicati sul lato sinistro della rotonda. Oltre ai posteggi disponibili a circa venti metri dall'area della rotonda, si aggiunge anche un servizio aggiuntivo alle persone con disabilità, con la predisposizione di quattro stalli.

 

Per questa parte dell'intervento sono stati spesi 70 mila dei 300 mila euro stanziati dalla Regione Sardegna.

 

A settembre, inoltre, sarà installato “Structuralguard”, un sistema innovativo di monitoraggio strutturale, statico e dinamico, della rotonda, che darà l'opportunità di verificare eventuali cedimenti della struttura.

 

«Come previsto, la conclusione di questa prima fase dei lavori è avvenuta a fine luglio - ha commentato l'Assessore ai lavori pubblici Ottavio Sanna -. Il via libera della Procura della Repubblica sul progetto era arrivato, infatti, il 5 maggio 2017, dopo il dissequestro dell'area avvenuto a fine ottobre 2016. In questi mesi abbiamo lavorato perché la rotonda potesse tornare ai sassaresi. E vorrei ringraziare per questo i progettisti del Comune, l'architetto Tavera e il geometra Scano e la dirigente di settore, Marge Cannas».

 

A due anni dal crollo, infine, il Sindaco Nicola Sanna ha voluto ricordare i ragazzi feriti.

 

«Dal punto di vista giudiziario la vicenda del crollo non è ancora conclusa, l'accertamento delle responsabilità, infatti, è ancora in atto - ha commentato il Sindaco Nicola Sanna -. Anche nel rispetto della tragicità di quell'evento abbiamo voluto salvaguardare l'aspetto storico della rotonda, con i blocchi bianchi che richiamano il disegno architettonico iniziale. Inoltre abbiamo voluto creare uno spazio dove i cittadini si possano sedere in sicurezza. La Rotonda di Platamona è un elemento identitario e deve essere resa totalmente fruibile. Ciò che vediamo oggi è una parte di un progetto più ampio che porterà alla riqualificazione completa dell'area di competenza del Comune di Sassari».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[Portavoce Comune di Sassari]