Ufficio stampa

Comunicati stampa agosto 2016

Sassari, lì 8 agosto 2016

Sostegno per l'inclusione attiva, da settembre al via le domande

 Si tratta di una misura nazionale di contrasto alla povertà assoluta e prevede un sussidio economico per le famiglie disagiate.

Con il recente decreto del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali prende avvio il progetto Sostegno per l'inclusione attiva (Sia). Si tratta di una misura nazionale di contrasto alla povertà assoluta che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate il cui Isee non superi i 3.000 euro e nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata. L’obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Il sussidio – fanno sapere dai Servizi sociali di via Zara – ha durata annuale ed è erogato bimestralmente tramite una carta di pagamento elettronica con cui si possono effettuare acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard. La carta può essere anche utilizzata negli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas. L'importo varia dagli 80 ai 400 euro mensili a seconda del numero dei componenti il nucleo familiare.


Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa costruito sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni e coinvolge tutti i componenti, instaurando un patto tra servizi e famiglie che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni. Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute.

Il Sia è rivolto ai cittadini italiani, comunitari e stranieri purché col permesso di soggiorno CE di lungo periodo e residenti in Italia da almeno due anni. Non sono ammessi coloro che beneficiano di altri trattamenti economici superiori ai 600 euro mensili e che godono di strumenti di sostegno al reddito per disoccupati.


La domanda per il beneficio potrà essere presentata a partire dal 2 settembre 2016, all'assessorato alle Politiche sociali in via Zara 2, mediante la compilazione di un modulo predisposto dall'Inps. E’ importante che il richiedente sia già in possesso di un’attestazione dell’Isee in corso di validità al momento in cui fa la domanda per il Sia.
 

 

 

 

Nota del 23.09.2016

 

Da lunedì 26 settembre le domande per il Sia (sostegno inclusione attiva) saranno accolte nelle sedi territoriali di riferimento dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e anche il martedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30.

 

 

[Portavoce Comune di Sassari]