ITI - INVESTIMENTI TERRITORIALI INTEGRATI

L’ITI è lo strumento a supporto dell’attuazione della strategia Agenda Urbana voluta dalla Commissione Europea per il periodo 2014-2020. E' sostenuto dai Programmi Operativi Regionali finanziati con le risorse comunitarie del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e del Fondo Sociale Europeo (FSE).
Agenda Urbana è il Piano varato dalla Commissione Europea per sostenere le città che si trovano oggi a interfacciarsi con problematiche e sfide che riguardano in particolare la povertà, il disagio sociale, i cambiamenti demografici, l’immigrazione ed il recupero architettonico ed ambientale.
Lo strumento ITI mira a garantire l’attuazione di una strategia trasversale in un determinato contesto urbano superando le divisioni amministrative e dando centralità e ruolo ai soggetti locali, che quel contesto lo abitano.
Gli elementi chiave di un ITI sono:

La gestione e l’implementazione di un ITI passa attraverso un accordo di governance, ossia un sistema di regole che definisce le modalità di governo del progetto, nel quale vengono individuati i soggetti locali responsabili della sua attuazione.

L’ITI permette di conseguire una serie di vantaggi:

LA STRATEGIA DEL COMUNE DI SASSARI

L’ITI Sassari Storica si compone di 6 azioni tematiche che contribuiscono al raggiungimento dei diversi obiettivi, tra i quali il “ricentramento del centro storico”, attraverso l’attivazione di un processo virtuoso a scala urbana di contrasto alla marginalità di tutti i quartieri periferici, a vantaggio della città tutta.
La vera sfida per le politiche e i progetti di rigenerazione del centro storico è far sì che esso riconquisti la sua centralità, da un lato, senza trasferire altrove la marginalità e, dall’altro, costruendo i presupposti per una riconquista durevole che eviti che fasi di ripresa si alternino a fasi di degrado.
Le azioni sono:

  1. 1. Promuovere l'innovazione sociale attraverso iniziative flessibili e multidimensionali in grado di prevenire il disagio e sostenere l'autonomia e l'inclusione sociale;
  2. 2. Rigenerazione sostenibile del Vecchio Mercato Civico;
  3. 3. Valorizzazione della tradizione e del ruolo dei Candelieri per la riqualificazione socio-economica della parte bassa del Centro Storico di Sassari;
  4. 4. Riqualificazione e valorizzazione della Valle del Rosello a servizio del quartiere di San Donato attraverso interventi integrati di tutela ambientale e di inclusione sociale;
  5. 5. Cultura d’impresa e inclusione attiva;
  6. 6. Processo partecipativo.

AREA DI INTERVENTO

Il progetto prevede un intervento integrato di rigenerazione urbana della cosiddetta “partebassa” del centro storico di Sassari con particolare riguardo ai rioni di San Donato, Sant’Apollinare e alcune aree adiacenti, quali la Valle del Rosello.
Le problematiche che interessano queste aree sono la conseguenza della forte espansione urbanistica della città e della progressiva marginalizzazione del centro storico. Oggi questezone presentano problemi di degrado architettonico e urbanistico, di disagio sociale ed economico,di devianza e microcriminalità.
I cittadini stessi hanno evidenziato una serie di problematiche che, se non adeguatamente affrontate, rischiano di tradursi in esclusioneeconomico, sociale, culturale e politica.
Le principali criticità sono:

La risposta più efficace a tali problematiche passa attraverso interventi integrati di riqualificazione urbana e di inclusione sociale ed economica.

DOCUMENTI