Via Isabelline / Vicolo Isabelline

  1. Toponimo da atti dei secoli XVII e XVIII e nella carta Masetti-Raimondi (1806): En Carrugel de Sant' Elisabet / Torre de la municiò / Torre mozza
  2. Toponimo ante 1872: Strette Sinziliu e Dietro le Monache di Sant'Elisabetta
  3. Toponimo nel 1872: Vicolo Isabelline
  4. Toponimo nel 1875: Vicolo Isabelline
  5. Censimento del 1901: Vicolo Isabelline
  6. Notizie e note storiche: Il vicolo che lambiva sul lato di levante il monastero di Sant'Elisabetta arrivava fin sotto le mura. In quel tratto di mura si trovavano due torri, di cui si son ritrovati i nomi: una era detta mozza perché evidentemente cimata, l'altra era utilizzata come magazzino militare. Il giardino del monastero inglobò l'area dell'antico Bagno Pubblico in servizio alla città dal Medioevo. Il suo utilizzo era regolato negli Statuti comunali, con pene per i trasgressori. La struttura detta "Lu Bagnu" funzionò fino ai primi del Cinquecento, quindi decadde. È possibile che questo stabilimento fosse una struttura riedificata su i resti di un edificio d'epoca romana. La fonte che lo serviva era detta, con un po' di ironia, "Eba di la rogna" ossia “Acqua della Rogna”.
  7. Toponimo in uso nel Sassarese contemporaneo wav logo
torna alla home torna alla home torna alla home